Denim jeans
Denim, un tessuto che non passa mai di moda

Le origini di un tessuto immortale capace di conquistare intere generazioni

Jeans, un termine che fa parte da tempo immemore del linguaggio della moda.
Che si tratti di una giacca o di un paio di pantaloni, il tessuto Denim ha attraversato le epoche mantenendo intatto il suo fascino. Oggi è possibile acquistare modelli di pantaloni molto diversi tra loro (a campana, slim, scoloriti), ma qual è la vera origine del tessuto?

Nonostante molte persone siano affascinate dal mito americano, in realtà è stata la Genova mercantile, nel XVI secolo, ad introdurlo sul mercato. Non a caso, la parola utilizzata per definirlo è riconducibile al termine Bleu de Gênes, utilizzato nei confronti di un tipo di tessuto di colore blu particolarmente resistente. Inizialmente, tale tessuto veniva impiegato nel confezionamento di sacchi per vele o, in alternativa, per proteggere le merci caricate sulle navi mercantili.
Da Genova la fama giunse a Nimes, in Francia e, solo in seguito, arrivare in America. È qui che, sul finire dell’800, questa tipologia di pantaloni diventa sinonimo di pantalone a 5 tasche.

Quali Denim jeans indossare? Un rapido sguardo sui modelli più in voga

Ripercorsa la storia di questo capo, amatissimo ancora oggi, è utile indicare i modelli di maggior successo dell’ultimo periodo.

Amate i pantaloni a vita alta? Bene, sappiate che si sono imposti da tempo come un vero e proprio must. Se godete di un fisico piuttosto asciutto, un modello skinny esalterà ancora di più la vostra immagine. Chi ha un fisico formoso, dal canto suo, ha la possibilità di scegliere versioni caratterizzate da una maggiore ampiezza. È sufficiente abbinarle ad una camicia sblusata e, se necessario, ad un cardigan aperto.

Altra tendenza, nell’ambito dei Denim, è rappresentata dai modelli strappati. Il look vissuto sembra ancora molto lontano dall’oblio, e si adatta perfettamente alle persone alla ricerca di un outfit casual. Anche se non siete più delle ragazzine, non sarete costrette a rinunciarvi; l’unico suggerimento è lasciare nell’armadio strappi troppo evidenti.

A un pantalone dal taglio dritto, in cui siano presenti strappi a regola d’arte, è riconosciuta la capacità di ringiovanire l’immagine, senza farvi apparire fuori luogo.

Infine, come dimenticare i jeans a zampa bootcut? Oltre a presentare vita alta, e ad apparire attillati nella zona cosce, cos’è che li caratterizza? Il fatto di essere a zampa e di terminare corti alla caviglia. Non a caso il termine bootcut significa “tagliato ad altezza stivaletto”. Calzano a pennello a chi ha gambe decisamente più lunghe rispetto al busto, e nel caso in cui madre natura non sia stata particolarmente generosa in termini di centimetri; la vita alta, in quest’ultimo caso, aiuta ad allungare la figura.

Arriva la primavera, via libera alla giacca di jeans!

Se il tessuto Denim recita la parte da leone nei pantaloni, anche le giacche di jeans continuano a riscuotere grande successo. D’altro canto, si tratta di un capo perfetto da indossare nel periodo primaverile.

Negli ultimi mesi sulle passerelle sono apparsi sia modelli oversize dall’aspetto vissuto, che versioni anni ’80 in Denim blu scuro. Considerando che uno dei trend dei mesi a venire sarà rappresentato dai colori pastello, la parola d’ordine, anche in questo caso, è dare sfogo alla creatività. Se siete alla ricerca di modelli più aderenti a rispondere alle vostre esigenze saranno i giubbini dotati di orlo sfrangiato, oppure le giacche lunghe, in stile trench.

Se invece non siete particolarmente amanti di questo tessuto e preferite soluzioni più “leggere” e realizzate con fibre naturali, su Altalana troverete giacche e felpe in cotone perfette per le mezze stagioni!